Al solo GallesInghilterra e Scozia hanno preso parte a tutte le 23 edizioni disputate. Il Sei Nazioni è talora utilizzato da World Rugby come parte del gruppo di tornei di qualificazione alla Coppa del Mondo femminile. Il 14 febbraio a Edimburgo debuttarono le nazionali di Irlanda e Scozia [6]. Dopo un bis inglese nel giunse nel una vittoria scozzese, per giunta con lo Slam, nella terza edizione di torneo. Le rugbiste del Cardo vinsero il torneo al loro ultimo impegno di calendario, battendo le rivali inglesi a Edimburgo per [9] dopo aver sconfitto in sequenza Irlanda e Galles a casa loro. Il vide la Francia di nuovo sugli scudi, autrice del suo quarto Grande Slam [29]. La prestazione era destinata a migliorare nel torneo seguente, valido anche come torneo di qualificazione alla Coppa del Mondo di rugby femminile cui erano interessate GallesScozia e la stessa Italia [30]: La stessa Italia, piazzandosi terza immediatamente sotto la coppia di testa a due punti da essa, si produsse nel suo miglior torneo fino ad allora [31] e mise una grossa ipoteca sulla qualificazione mondiale. Dalquando la composizione del torneo femminile è divenuta uguale a quello maschile, gli avversari per la stessa giornata di torneo incontri italia galles rugby sei nazioni storia uguali sia per gli uomini che le donne che gli under A inaugurare la tradizione dei premi nel torneo furono, nella Federazione Italiana Rugby e la Fédération Française de Rugbyche da tale anno si disputano il trofeo Anita Garibaldicorrispettivo femminile del Giuseppe Garibaldi già dal in palio incontri italia galles rugby sei nazioni storia le nazionali maschili delle citate federazioni [38]:

Incontri italia galles rugby sei nazioni storia Menu di navigazione

Tra parentesi sono riportate le mete segnate. URL consultato il 7 aprile Per le edizioni del e del furono utilizzati entrambi gli stadi. In precedenza, dal al , la squadra ha disputato le gare casalinghe allo Stadio Flaminio , sempre a Roma [29]. Nel venne istituito, insieme ad una classifica ufficiale, il "Championship Trophy", la coppa che premia il vincitore del torneo; fino a quel momento l'unico trofeo riconosciuto era infatti la "Calcutta Cup", ottenuta fondendo le rupie che costituivano il residuo di cassa dei Calcutta Football Club all'atto dello scioglimento avvenuto nel e assegnato ogni anno alla vincitrice di Inghilterra-Scozia e dal torneo del viene definito un criterio per definire un unico vincitore in caso di squadre a parità di punti [4]. URL consultato il 26 agosto archiviato dall' url originale il 26 agosto La serie C, quarta serie nazionale, è ripartita in due gruppi di merito: Le due finaliste del campionato nazionale prendono parte al torneo di qualificazione per designare la diciannovesima e la ventesima squadra che partecipa alla Challenge Cup. URL consultato il 9 novembre archiviato dall' url originale il 22 aprile Dal l'Italia fa anche parte del Sei Nazioni femminile , per la precisione da quando tale competizione fu presa in carico dal comitato che organizza il preesistente torneo maschile [62].

Incontri italia galles rugby sei nazioni storia

Nel la Francia si aggiudicò il primo Grande Slam del Sei Nazioni. L'anno seguente fu l'Inghilterra ad aggiudicarsi il Grande Slam e la Triple Crown; in questa edizione l'Italia tornò alla vittoria dopo quattordici incontri contro il Galles evitando per la prima volta dall'inizio del torneo di finire ultima e vincere il "Cucchiaio di legno". In Italia il rugby apparve all’inizio del secolo. Il Quattro Nazioni (Home Championship) Dopo 12 anni di occasionali incontri amichevoli tra le squadre, il primo Home Championship, comprendente Inghilterra, Irlanda, Scozia e Galles venne giocato nel Luciano Ravagnani, Pierluigi Fadda, Rugby. Storia del Rugby Mondiale dalle origini a oggi, 2ª ed., Milano, Vallardi, [], ISBN Francesco Volpe, Valerio Vecchiarelli, Italia in meta. Storia della nazionale di rugby dagli albori al Sei nazioni, a Organismo: Federazione Italiana Rugby. Il detentore del marchio Sei Nazioni, Six Nations Rugby Limited, L’Italia, vincitrice in Galles e, in casa, Francia: France Télévisions (copertura di tutti gli incontri). Galles: S4C (copertura degli incontri interni) e BBC Wales (di quelli esterni) in Galles.

Incontri italia galles rugby sei nazioni storia